Facciamo una premessa doverosa: distinguiamo i caffè di origine con i caffè tracciabili. I caffè di origine sono caffè di cui conosciamo la provenienza ma che spesso sono il risultato di lavorazioni cooperative di piccoli coltivatori. Facciamo un esempio di un etichetta con su scritto: caffè del Brasile, che vuole dire? Per fare un paragone con il mondo del vino, tanto amato e conosciuto da noi italiani, sarebbe come dire vino Italia; Vi soddisfa? Non credo. Entriamo nel merito del discorso ampliando un po’ le vedute e andando a ricercare quelle indicazioni minime che ci interessano. I caffè tracciabili sono spesso micro lotti di cui conosciamo tutte le caratteristiche fondamentali quali, la zona di produzione e magari la località, il nome della piantagione e del proprietario, che tipo di cultivar viene prodotta, con che metodo di produzione e quale è la data del raccolto. Tutte queste informazioni ci garantiscono la storia ed il percorso del caffè che stiamo bevendo. Il caffè come il vino che tanto amiamo, ma soprattutto conosciamo, è un prodotto dalle mille sfaccettature aromatiche che sono lo specchio del luogo in cui viene prodotto.

Ricercate prodotti tracciabili, divertitevi a coglierne le differenze e buon caffè!